Cerreta monumentale di Valle Ragusa

La cerreta monumentale di Valle Ragusa, a Monte Sant'Angelo sul Gargano, presenta piante di cerro e di carpino bianco monumentali, con dimensioni che superano i 3 m di circonferenza e altezze di oltre 20 m

La cerreta monumentale di Valle Ragusa si estende per 108 ettari, su un complesso forestale di oltre 5.000 ettari di cui 378 occupati da cerrete, nel comune di Monte Sant’Angelo.

La significatività dell’area risiede nella persistenza storica di un bosco monumentale di lontanissime origini caratterizzato nel corso dei secoli da uno stretto rapporto con le popolazioni che ne sfruttavano il ricercato legname, sia per le costruzioni navali, che per ricavarne traverse ferroviarie.

La cerreta monumentale di Valle Ragusa rappresenta un’area caratterizzata dalla presenza di piante di cerro (Quercus cerris L.) nel piano dominante e di un fitto piano dominato costituito da carpino bianco (Carpinus betulus L.). Si tratta di esemplari monumentali con dimensioni che superano i 3 m di circonferenza e altezze di oltre 20 m.

L’area presenta una sufficiente integrità, per la presenza di piante monumentali di cerro in formazione paracoetanea a struttura stratificata, anche se appare consociata a carpino bianco nel piano dominato e, in maniera meno incisiva, ad acero campestre, con una struttura del popolamento arboreo biplano. L’esercizio del pascolo in bosco contribuisce in parte a mantenere sgombro il suolo, ma l’area potrebbe costituire un modello della possibilità di stabilire un positivo rapporto di compatibilità tra differenti forme di uso del suolo.
Per quanto riguarda la vulnerabilità, il maggior rischio dal punto di vista della conservazione del bosco è rappresentato dall’abbandono. In siffatte condizioni, infatti, si verificano periodici crolli di piante di cerro con conseguente occupazione dello spazio da parte del carpino bianco, notoriamente sciafilo e pertanto in grado di affermarsi anche sotto copertura.

Cerreta monumentale di Valle Ragusa

Condividi con amici e follower...

SEMPRE INFORMATA/O!

Per rimanere aggiornata/o sulle novità di SIMTUR (eventi, progetti, attività, notizie dai territori), non dimenticare di seguire la pagina Facebook.
Il bottone "Mi piace" è importante ma non più sufficiente: è necessario cliccare sui 3 puntini e spuntare la voce "Segui".

Segui SIMTUR su Facebook

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

E' sufficiente inserire l’indirizzo e-mail nell’apposito modulo e accettare la privacy policy per iniziare a ricevere la newsletter di SIMTUR.
Se ti fa piacere, puoi anche iscriverti al canale Telegram. È gratis e puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento, senza impegno...

altri paesaggi rurali...

rurability: la piattaforma italiana delle migliori pratiche di sviluppo rurale sostenibile

Entra in contatto per conoscere le molteplici opportunità di cooperazione territoriale.

Contattaci senza impegno per attivare nel tuo territorio un progetto di valorizzazione dell'agrobiodiversità.