Casette e Prati di Cottanello

LAZIO. L'area di Cottanello mantiene un'attività pascoliva estensiva, e alla continua e rinnovata interazione tra l'intervento dell'uomo e l'ambiente naturale, che si è espressa in un significativo paesaggio dal punto di vista storico e ambientale

L’area denominata Prati di Cottanello, divisi in Prati di Sotto e Prati di Sopra, occupa un’estensione di circa 740 ettari nel comune di Cottanello. L’area risulta essere particolarmente significativa per la persistenza storica di un paesaggio caratterizzato dall’alternanza di pascoli e di boschi, che rappresentano un punto di incontro tra l’insediamento antropico e il contesto naturale, con una ricchezza di elementi di alto valore storico, produttivo e ambientale.
Sicuramente uno dei luoghi più belli e affascinanti dei Monti Sabini, dai meravigliosi “prati di sopra” fino ad arrivare alla cappelletta di San Francesco, poco distante dal paese di Greccio, da dove si ammira un panorama mozzafiato della piana reatina e della catena appenninica.

I pascoli oggi sono frequentati da numerosi animali: cavalli, mucche, pecore e capre si ritrovano spesso in compagnia di maiali allo stato brado. Le coltivazioni agricole, prevalentemente olivi e viti, si sviluppano in prossimità del centro abitato di Cottanello.

Per quello che concerne il patrimonio boschivo, il leccio è l’elemento fondamentale della zona, insieme a castagno, quercia, roverella, faggi e cerro. Dai Prati di Sotto si giunge in località Casette, così denominata perché la zona è caratterizzata dalla presenza di costruzioni rurali in pietra, in precedenza sede dei coloni, poi abbandonate o utilizzate come stalle o rifugio per gli allevatori del luogo.

L’integrità dell’area è dovuta al mantenimento di un’attività pascoliva estensiva, e alla continua e rinnovata interazione tra l’intervento dell’uomo e l’ambiente naturale, che si è espressa in un significativo paesaggio dal punto di vista storico e ambientale. Gli insediamenti rurali sono stati solo parzialmente interessati dai processi di modernizzazione della zootecnia industriale. Notevole importanza riveste il mantenimento delle strutture di canalizzazione delle acque e di difesa del territorio.
La vulnerabilità dell’area è legata al progressivo avanzare del bosco sui pascoli non più oggetto di attività pascolive, e al fatto che alcune delle Casette sono oggi in condizione di degrado e soggette a cedimenti strutturali.

Casette e Prati di Cottanello

Condividi con amici e follower...

SEMPRE INFORMATA/O!

Per rimanere aggiornata/o sulle novità di SIMTUR (eventi, progetti, attività, notizie dai territori), non dimenticare di seguire la pagina Facebook.
Il bottone "Mi piace" è importante ma non più sufficiente: è necessario cliccare sui 3 puntini e spuntare la voce "Segui".

Segui SIMTUR su Facebook

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

E' sufficiente inserire l’indirizzo e-mail nell’apposito modulo e accettare la privacy policy per iniziare a ricevere la newsletter di SIMTUR.
Se ti fa piacere, puoi anche iscriverti al canale Telegram. È gratis e puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento, senza impegno...

altri paesaggi rurali...

rurability: la piattaforma italiana delle migliori pratiche di sviluppo rurale sostenibile

Entra in contatto per conoscere le molteplici opportunità di cooperazione territoriale.

Contattaci senza impegno per attivare nel tuo territorio un progetto di valorizzazione dell'agrobiodiversità.