Altopiano della Vauda

L'area delle Vaude presenta ampie e diffuse estensioni di incolto, mai intaccate da una marcata antropizzazione, esito di un'arcaica frammentazione della terra che contraddistingue queste zone sin dall'età medievale

L’altopiano della Vauda si estende per circa 3136 ettari nei territori comunali di Front, Vauda Canavese, San Carlo Canavese, Nole, San Francesco al Campo, Lombradore e Rivarossa.

Oltre alla persistenza storica, la significatività del paesaggio della Vauda è dovuta alle ampie estensioni di incolto, legate alle caratteristiche pedologiche dei suoli, piuttosto impermeabili e non favorevoli, per larga parte, ad un’agricoltura intensiva.

L’area delle Vaude presenta una notevole integrità, non soltanto sul fronte della conservazione di ampie e diffuse estensioni di incolto, mai intaccate da una marcata antropizzazione, ma soprattutto sul piano di una notevole omogeneità nel sistema di gestione di queste terre, nel quadro di una misurata integrazione, consolidata attraverso i secoli e di fatto ancora oggi molto ben leggibile, tra superfici prative, boschive, e coltivate, nel quadro di un sistema di piccola e media proprietà, esito di un’arcaica frammentazione della terra che contraddistingue queste zone sin dall’età medievale.

L’istituzione, nella prima metà del XIX secolo, del campo di esercitazioni militari, pur segnando un’intrusione di notevole impatto sul territorio e limitandone l’accessibilità, ne ha preservato le caratteristiche distintive, impedendo l’espansione del nucleo urbano e la trasformazione agricola.
La vulnerabilità dell’area è dovuta alla progressiva dismissione dei beni demaniali, che rischia di favorire speculazioni immobiliari.

Altopiano della Vauda

Condividi con amici e follower...

SEMPRE INFORMATA/O!

Per rimanere aggiornata/o sulle novità di SIMTUR (eventi, progetti, attività, notizie dai territori), non dimenticare di seguire la pagina Facebook.
Il bottone "Mi piace" è importante ma non più sufficiente: è necessario cliccare sui 3 puntini e spuntare la voce "Segui".

Segui SIMTUR su Facebook

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

E' sufficiente inserire l’indirizzo e-mail nell’apposito modulo e accettare la privacy policy per iniziare a ricevere la newsletter di SIMTUR.
Se ti fa piacere, puoi anche iscriverti al canale Telegram. È gratis e puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento, senza impegno...

altri paesaggi rurali...

rurability: la piattaforma italiana delle migliori pratiche di sviluppo rurale sostenibile

Entra in contatto per conoscere le molteplici opportunità di cooperazione territoriale.

Contattaci senza impegno per attivare nel tuo territorio un progetto di valorizzazione dell'agrobiodiversità.