rurability
TI TROVI QUI:Home|D.O.P|Aglio bianco polesano DOP

Aglio bianco polesano DOP

Aglio bianco polesano

Dove si produce #

Il Polesine si trova nel basso Veneto e si identifica con la provincia di Rovigo, situata tra il basso corso dei fiumi Po e Adige. È terra dove domina l’acqua, che è stata capace nei secoli di forgiare il territorio, creando paesaggi unici e luoghi naturali straordinari.

L’area interessata dalla coltivazione dell’Aglio bianco polesano DOP è caratterizzata dalla presenza di suoli fertili, frutto delle numerose inondazioni ed esondazioni, avutesi nei secoli, dei due fiumi che la delimitano a sud e a nord, ovvero il Po e l’Adige.
L’opera dei fiumi ha portato alla creazione di suoli di medio impasto, argilloso/limosi, ben drenati, porosi e fertili che ben si addicono a una produzione di pregio qual è l’Aglio bianco polesano.

Quindi, la tipologia dei terreni, il clima temperato e asciutto e la diffusa presenza di aziende a conduzione familiare ha fatto sì che negli anni l’aglio assumesse importanza per il territorio. Ma a questi vanno aggiunti altri due elementi, non meno importanti: la capacità, affinata con gli anni e trasmessa da padre in figlio, di selezionare a mano i bulbi “teste” migliori da cui ricavare il materiale da seminare e le particolari lavorazioni eseguite a mano: la treccia detta “resta”, il treccione, il grappolo, il grappolone, fanno sì che tale coltura sia intrinsecamente connessa con il territorio, le sue tradizioni e la sua storia.

È il fattore umano, qualcosa che non si può replicare. E che si sente: l’oro bianco del Polesine ha un profumo piacevole, per niente invadente, un colore perfetto, e si conserva a lungo.

Tecniche di produzione #

L’Aglio bianco polesano è un prodotto DOP, la cui qualità è garantita da un rigido disciplinare: la zona di produzione, le tecniche colturali e di raccolta, il confezionamento e l’etichettatura sono specifiche di quel prodotto e ne certificano il valore, garantendo la tracciabilità del prodotto:.

La DOP è ottenuta a partire da ecotipi locali nonché dalla varietà Avorio, selezionata partendo dagli stessi ecotipi.

Il prodotto per la categoria “Extra” deve avere un calibro minimo di 45 mm, per la categoria “Prima” un calibro di 30 mm.


Consorzio di tutela / Organismo dei produttori #

Consorzio di Tutela dell’Aglio Bianco Polesano DOP

www.agliodop.eu

Scrivi un commento

Torna in cima