Agrisolare: bando da un miliardo nel Pnrr

Con il bando Agrisolare 2023, il Ministero dell’Agricoltura stanzia un miliardo di euro per le energie rinnovabili, in particolare per impianti fotovoltaici.

Emanato il nuovo avviso relativo al finanziamento di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo. Il bando, ai sensi del decreto del Ministero dell’Agricoltura emanato lo scorso 23 aprile e approdato ora in Gazzetta Ufficiale, è rivolto ai settori agricolo, zootecnico e agroindustriale nell’ambito del Pnrr, investimento “parco agrisolare”. Le risorse disponibili ammontano a circa un miliardo di euro.

Le novità del bando

Le principali novità del bando:

  • incremento dell’intensità di aiuto massima concedibile fino all’80% per le imprese della produzione agricola primaria e della trasformazione agricolo in agricolo;
  • introduzione della nuova fattispecie di autoconsumo condiviso;
  • partecipazione di imprese in forma aggregata;
  • possibilità di realizzare impianti fotovoltaici sui tetti dei fabbricati agricoli con potenza fino ad un massimo di 1.000 kWp per impianto;
  • raddoppio della spesa massima ammissibile per sistemi di accumulo fino a 100.000 euro;
  • raddoppio della spesa massima ammissibile per dispositivi di ricarica fino a 30.000 euro;
  • spesa massima per beneficiario pari ad 2.330.000 euro.

Il commento di SIMTUR

«Tra le diverse misure e le risorse messe in campo per incentivare l’economia verde, questa appare rilevante perché mira ad alleggerire il peso del caro energia in un periodo di difficoltà generate dallo scenario internazionale, ma anche perché in questo caso si intende sostenere il fotovoltaico attraverso impianti da installare sui tetti, senza consumare ulteriormente suolo».

«Il bando “Parco Agrisolare” è rilevante anche nella transizione digitale per l’agricoltura 4.0, non solo green, incentivando anche la creazione di sistemi automatizzati di ventilazione o di raffreddamento, le opere di coibentazione delle coperture, l’installazione di accumulatori e sistemi di gestione dei flussi energetici automatizzati e intelligenti».

A chi si rivolge

L’avviso pubblico si rivolge agli imprenditori agricoli, sia in forma individuale sia societaria, ma anche alle imprese agricole, agroindustriali – sia di produzione che di trasformazione -, alle cooperative ed ai loro consorzi, senza dimenticare gli agriturismi, che potranno accedere al bando potendo usufruire di un fondo perduto a loro dedicato.

Prima di avviarsi, è indispensabile osservare che il bando richiede che l’azienda sostenga i costi dell’intervento e possieda l’immobile (in alternativa è valido anche un contratto di affitto che ne attesti l’utilizzo corrente a finalità aziendali).

Spese ammissibili

La misura sostiene l’acquisto e l’installazione di materiali principali per l’impianto fotovoltaico, sistemi d’accumulo, colonnine di ricarica e quanto necessario al suo funzionamento, come l’approntamento del cantiere, le spese di progettazione e le spese tecniche per la direzione lavori.

Rendicontabili anche le spese per lo svolgimento di adempimenti per la pratica di connessione dell’impianto fotovoltaico alla rete elettrica (compresi gli importi da corrispondere al gestore di rete territorialmente competente, gli eventuali oneri per l’adeguamento eventualmente necessario dell’infrastruttura di rete, l’assolvimento degli obblighi fiscali se previsti dalla norma e altri oneri necessari).

Le soglie:

  • 80% per le aziende della produzione agricola primaria che fanno autoconsumo o autoconsumo diffuso;
  • 30% per gli investimenti delle aziende della produzione agricola primaria oltre il vincolo di autoconsumo o autoconsumo diffuso;
  • 80% per le aziende del settore della trasformazione di prodotti agricoli (per le quali non ci sono vincoli sull’autoconsumo, 150 milioni);
  • 30% per il settore della trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli (senza vincoli sull’autoconsumo).

Quando presentare le domande

Le domande dovranno essere presentate tramite la piattaforma informatica predisposta dal soggetto attuatore Gse, accessibile dall’area clienti a partire dalle ore 12:00 del giorno 12 settembre e fino alle 12:00 del 12 ottobre.

Per informazioni complete, visita la pagina dedicata sul sito del Ministero dell’Agricoltura.

Agrisolare: bando da un miliardo nel Pnrr

Condividi con amici e follower...

SEMPRE INFORMATA/O!

Per rimanere aggiornata/o sulle novità di SIMTUR (eventi, progetti, attività, notizie dai territori), non dimenticare di seguire la pagina Facebook.
Il bottone "Mi piace" è importante ma non più sufficiente: è necessario cliccare sui 3 puntini e spuntare la voce "Segui".

Segui SIMTUR su Facebook

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

E' sufficiente inserire l’indirizzo e-mail nell’apposito modulo e accettare la privacy policy per iniziare a ricevere la newsletter di SIMTUR.
Se ti fa piacere, puoi anche iscriverti al canale Telegram. È gratis e puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento, senza impegno...

Un paesaggio al giorno...

Per essere parte del cambiamento non è necessario essere eroi

Per essere parte del cambiamento non è necessario essere eroi

Sottoscrivi il manifesto di valori BioSlow ed entra a far parte della rete nazionale! L'adesione è gratuita ma non priva di impegni: porta il tuo contributo, condividi le tue idee, attivati e diventa subito protagonista...